Che cosa hanno a che fare le mele con l’equilibrio?

Alto Adige Balance: settimane di piacere con focus sulla mela

Come dice il proverbio? "Una mela al giorno ..." La passeggiata di oggi attraverso i meleti con degustazione finale di succhi di mela ha confermato: assaggiare la natura, odorarla e scoprirla ha un effetto positivo sull'equilibrio interno.
15 persone provenienti da vicino e da lontano. Un bel gruppo che oggi parte insieme alla guida escursionistica Sepp per trovare un po’ di equilibrio interiore. Punto di partenza è la fermata del trenino di Stella. Già dopo pochi minuti raggiungiamo il primo punto panoramico. La vista si estende fino alle montagne Sciliar, Catinaccio e Co. Sepp naturalmente le conosce tutti. Fa la guida fin dagli anni 70 e inoltre alla sua competenza ha molti aneddoti divertenti nel suo bagaglio.

Dolce seduzione
Continuiamo attraverso prati fioriti incontaminati e non fecondati passando al museo delle api. Apicoltore Erwin interrompe il suo lavoro e ci invita spontaneamente a un liquore di miele. Il proverbio "Chi riposa, ruggina" lasciamo a parte per ora e facciamo una breve sosta. Anche questo fa bene all’equilibrio: concedersi pause e prestare attenzione al benessere fisico. Il posto qui è particolarmente pittoresco: su una collina si trova è situata una fattoria di 600 anni con un tetto di paglia difficile da trovare al giorno d’oggi. Alberi di pere vecchi 150 anni, un giardino con raccolte vecchie, un piccolo laghetto con ninfee – tutto sembra come nelle favole. Oltre alla più grande collezione privata di apicoltura dell’Alto Adige anche l’abitazione originale della fattoria si può visitare. E poi di nuovo: questa vista! Dall’ Ortler alle Dolomiti si gode un panorama mozzafiato.

Attraverso una piantagione di ciliegi, passando polli e maiali, camminiamo verso Signato accompagnato da sole splendente. Qui facciamo una pausa pranzo in una tipica taverna di nome Kinighof. All'ombra degli alberi ci lasciamo gustare il piatto di canederli e il piatto di speck e ci godiamo la tranquillità. Il cagnolino del maso ci fa compagnia.

Succhi di mela nel bicchiere di vino
Di nuovo rafforzato, la camminata prosegue verso Auna di Sotto con una splendida vista su Bolzano. Passando per alberi di mele camminiamo verso il maso di frutta “Troidner”. Qui Renate ci spiega come si producono i famosi succhi di mela gourmet (tutte le mele vengono raccolte singolarmente a mano) e perché il sapore di succo è meglio di altri (c'è solo una specie di mela in bottiglia senza aggiunta di acqua). Come a una degustazione di vino assaggiamo Gravensteiner, Jonagold o Elstar in bicchieri di vino – che bontà! Prima di andare, i nostri occhi vagano ancora una volta sugli alberi in fiore di mela. Non c'è da stupirsi che alle mele nonostante un'altezza di 900 metri piace quassù.

Al ritorno ci ricordiamo gli eventi del giorno: tanta natura, l'abbondanza di riposo, buon cibo, buona compagnia, nuove impressioni – siamo stati su una buona via alla ricerca del nostro equilibrio interiore.
Hotel Weihrerhof
Hotel Bemelmans
Hotel Naturidylle Geyrerhof